Gelatiera

Come molti altri estimatori del gelato ho deciso di comprare una gelatiera.

All’inizio sono stato attirato dai modelli più economici, quelli con l’elemento congelante separato. Si stacca l’elemento congelante e si mette nel congelatore. Dopo qualche ora lo si può reinserire nell’apparecchio, versare gli ingredienti e avviare le pale e dopo mezzoretta il gelato è pronto da gustare.

Non c’è alcun dubbio! Il risultato è incredibilmente buono e assolutamente naturale e siccome l’appetito vien mangiando, ho deciso di acquistare una gelatiera con meccanismo di congelamento integrato. I motivi? Ottimi motivi ed è proprio per questo che ho deciso di scrivere questa breve guida all’acquisto della gelatiera!

Clicca qui per vedere la mia gelatiera preferita.

Posted in gelatiera | Leave a comment

Tipi di gelatiera

 

vecchia gelatiera

Esistono vari tipi di gelatiera:

  1. gelatiera manuale;
  2. gelatiera elettrica con elementi raffreddanti;
  3. gelatiera elettrica con meccanismo di congelamento integrato.

1. gelatiera manuale: si compone da una ciotola (che rappresenta anche l’elemento congelante) ed un meccanismo a manovella per il mescolamento degli ingredienti.

La ciotola deve essere messa in congelatore per parecchie ore prima di poter mettere gli ingredienti. Una volta che la ciotola è ben congelata la si tira fuori dal freezer e si aggiungono gli ingredienti. Si chiude il coperchio, che incorpora anche il meccanismo di mescolamento, e si inizia a girare, girare e girare. Dopo circa 25/30 minuti di continuo mescolamento il gelato sarà pronto e cremoso.

Pro:

costo estremamente limitato dell’apparecchio (inferiore ai 30 euro);

Contro:

è necessario avere lo spazio necessario nel congelatore per mettere la ciotola a raffreddare;

con la dotazione standard, l’apparecchio permette di fare un solo gelato al giorno. Altrimenti bisogna acquistare altre ciotole che andranno ad occupare ulteriore spazio nel congelatore;

è necessario avere una notevole dose di pazienza e resistenza fisica per azionare manualmente per circa 20/30 minuti il meccanismo di mescolamento.

2. gelatiera elettrica con elementi raffreddanti: questa gelatiera è composta da una ciotola (che rappresenta anche l’elemento congelante) ed un meccanismo elettrico che farà girare le pale per i 20/30 minuti necessari alla formazione del gelato. In alternativa esistono apparecchi che vanno interamente messi nel congelatore, non necessitando del preventivo
congelamento della ciotola. Essendo apparecchi elettrici comportano di dover lasciare il congelatore parzialmente aperto per far passare il filo da collegare alla presa di corrente.

Pro:

costo inferiore ai 70 euro;

il motore elettrico che fa girare le pale rende la produzione del gelato più agevole.

Contro:

è necessario avere lo spazio necessario nel congelatore
per mettere la ciotola;

con la dotazione standard, l’apparecchio permette di fare un solo gelato al giorno. Altrimenti bisogna acquistare altre ciotole che andranno ad occupare ulteriore spazio nel congelatore.

Nel caso degli apparecchi che si mettono (per intero) nel congelatore, non ci sono vincoli al numero di gelati che si possono produrre. Rimangono però i problemi di spazio occupato nel congelatore ed il fatto che lo stesso deve rimanere parzialmente aperto per permettere il collegamento della gelatiera alla presa elettrica.

3. gelatiera elettrica con meccanismo di congelamento integrato: è il top di gamma delle gelatiere. E’ composto da una contenitore removibile, da un motore elettrico che aziona il meccanismo di mescolamento e da un’unità refrigerante.

Pro:

avendo il modulo di congelamento integrato nell’apparecchio permette di produrre quanti gelati vogliamo senza la necessità di dover congelare preventivamente l’elemento refrigerante;

il motore elettrico che fa girare le pale rende la produzione del gelato più agevole.

Contro:

costo elevato (superiore a 200 euro);

l’apparecchio è abbastanza pesante e ingombrante.

Posted in gelatiera elettrica, gelatiera manuale | Leave a comment

La gelatiera migliore

Delonghi ICK6000

Aumentando le funzioni disponibili aumenta anche il costo dell’apparecchio ma aumenta anche la nostra propensione all’uso.

Sconsiglio vivamente l’acquisto della gelatiera manuale perché molto presto finirà dimenticata, per ovvi motivi, in fondo ad un pensile della cucina.

Vanno invece valutati attentamente pro e contro della gelatiera elettrica senza unità refrigerante che, rispetto al modello con congelatore incorporato, è meno costosa e meno ingombrante. Però presenta la scomodità dell’ingombro della ciotola o dell’apparecchio nel congelatore.

Personalmente dopo aver provato per circa sei mesi una gelatiera elettrica con ciotola da refrigerare, mi sono deciso ad acquistare la gelatiera con congelatore incorporato e ne sono assolutamente felice.

Apprezzo le comodità e visto che fare il gelato a casa deve essere un piacere, allora non devo dovermi preoccupare di liberare il congelatore, mettere la ciotola, aspettare che sia congelata e così via.

Altrimenti so bene che, dopo l’euforia iniziale, la gelatiera finirebbe in un angolo tra gli oggetti dimenticati.

Inoltre mi piace l’idea di svegliarmi la mattina e proporre ai miei figli di fare assieme un bel gelato senza dover dire: “se c’è posto del congelatore, metto la ciotola a congelare e tra 24 ore facciamo il gelato”.

Clicca qui per vedere i prezzi delle gelatiere.

Posted in gelatiera migliore | Leave a comment

Come si fa il gelato?

Gelato

Nel caso del gelato realizzato con la gelatiera di casa, se non si ha una significativa esperienza, è meglio affidarsi ai comodi ricettari che vengono forniti con gli apparecchi.

Gli ingredienti base per produrre il gelato sono sempre latte, zucchero e uova. A questi se ne possono aggiungere altri in base alla ricetta che si vuole preparare (panna, cioccolato, pasta di nocciole, etc.).

Per il gelato alla frutta non è sempre necessario utilizzare il latte e le uova ma in tal caso si parlerà di sorbetto. Quest’ultimo è meno cremoso e gustoso del gelato ma anche meno calorico.

Una volta mescolati gli ingredienti fino all’ottenere una miscela omogenea, si versa il composto nella gelatiera.

La successiva combinazione di lenta e costante rotazione dalle pale, adeguata aerazione e bassa temperatura faranno crescere di volume e consistenza il gelato che sarà pronto del giro di 20/30 minuti.

Il movimento delle pale impedisce la cristallizzazione della miscela e favorisce la lenta incorporazione dell’aria nel composto. Alla fine del processo circa il 30-50% del volume del gelato sarà composto da aria. Sembra molto ma non è così visto che nei prodotti industriali si arriva al 70% del volume.

Posted in gelato | Leave a comment

Perché acquistare una gelatiera?

Essenzialmente perché la qualità dei prodotti che impieghiamo per fare il gelato la decidiamo noi e perché il risultato dal punto di vista organolettico è ottimo e non ha nulla da invidiare ai migliori prodotti artigianali.

Si potrebbe obbiettare che i produttori artigianali, dovendo pastorizzare le miscele, garantiscono un gelato con una minore carica batterica ma questo è vero più per le uova che per gli altri ingredienti. In ogni caso basta utilizzare uova fresche per ridurre al minimo i rischi.

Quando parlo di produttori artigianali mi riferisco a quelli di alta qualità perché ci sono parecchi gelatai che utilizzano basi liofilizzate o utilizzano oli o grassi vegetali anche idrogenati o parzialmente idrogenati, esaltatori del sapore, coloranti e chissà quali altri ingredienti poco naturali.

Per riconoscere una buona gelateria artigianale bisogna provare i gusti a base di frutta secca (pistacchio, nocciola, etc.).

Per ottenere un buon gelato di nocciola o pistacchio si deve utilizzare una buona pasta di nocciola o pistacchio che incide notevolmente sul costo di produzione.
Solo gli artigiani migliori accettano i maggiori costi di produzione pur di garantire un prodotto di qualità superiore.

In questa breve digressione non ho considerato il gelato industriale perché normalmente realizzato con latte in polvere, stabilizzanti, coloranti, oli vegetali, emulsionanti e aromi.

Clicca qui per vedere alcune gelatiere con relativi prezzi.


Posted in gelatiera | Leave a comment